Progetto educativo-assistenziale

PROGETTO EDUCATIVO-ASSISTENZIALE

Il progetto di gestione educativo-assistenziale relativo agli appartamenti di via Pasubio, verrà affidato alla Cooperativa Sociale IL SORRISO, che già opera sul territorio occupandosi di persone con disabilità e possiede le competenze necessarie per poterlo gestire. Questa, tramite l’intervento di propri operatori professionali, siano essi educatori e/o ausiliari, garantirà la gestione della residenza e un presidio nelle ore comprese fra le 17 e le 8 dei giorni feriali e sabato e domenica h.24.

L’intervento che si vuole realizzare è di alta qualità educativa ed assistenziale, fortemente centrato sullo sviluppo dell’autonomia della persona con disabilità, laddove ne esistano le condizioni. E’ stato di conseguenza pianificato un costo adeguato, che dovrà essere coperto sia con rette private, per quanto nelle possibilità delle famiglie, sia con contributi pubblici, sia per una parte significativa con la raccolta fondi. Per la composizione della retta la normativa statale L. 328/2000 e quella regionale L.R. 3/2008 stabiliscono che la compartecipazione al costo delle prestazioni sociosanitarie e sociali è definita avendo come base la disciplina statale sull’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE). Inoltre, la L.328/2000 stabilisce che per realizzare la piena integrazione delle persone con disabilità di cui all’art. 3 L 104/1992, i Comuni, d’intesa con Agenzia per la Tutela della Salute, sono tenuti, su richiesta dell’interessato, a predisporre un progetto individuale.

Criteri di individuazione dei soggetti destinatari
Come anticipato, l’attività istituzionale della Fondazione sarà mirata a persone con disabilità che rispondono ai seguenti criteri:

  • Età compresa fra i 25 e i 65 anni
  • Residenza nei comuni del territorio della Martesana
  • Interesse delle famiglie a sviluppare un percorso di progressiva autonomia della persona disabile.